Gruppo “Domenico Foletto” San Germano dei Berici/Villa del Ferro

80° Anniversario di Fondazione 25 – 26 – 27 - 28 aprile 2013

 

Festeggiare gli 80 anni di attività ha rappresentato per gli Alpini di San Germano dei Berici/Villa del Ferro un motivo di legittimo orgoglio e di grande significato: la dimostrazione che nel loro intimo sono presenti e più che mai vivi i valori e le tradizioni trasmessi dai loro veci e l’impegno profuso in tanti anni di attività al servizio della comunità.

La costituzione ufficiale del Gruppo di San Germano dei Berici è avvenuta nell’aprile del 1933 con Domenico Foletto Capogruppo. Dopo qualche anno, il 28 ottobre del 1937, Domenico Foletto con la sua famiglia si vede costretto a fare “San Martin” per stabilirsi a Porto Mantovano come mezzadro.

I festeggiamenti per l’Anniversario sono iniziati mercoledì 24 aprile con la consegna del Tricolore agli alunni della Scuola Primaria del Comune. Alcuni mesi prima gli Alpini erano “tornati a scuola” con il prof. Renzo Pilotto per spiegare agli alunni chi erano gli Alpini in tempo di guerra ma, soprattutto, chi sono in tempo di pace.

Al mattino di giovedì 25 aprile è stata inaugurata, la mostra dei disegni realizzati dagli alunni della Scuola Primaria sul tema “Gli Alpini nella Comunità”. Alla sera proiezione del film “I recuperanti” tratto da un libro di Mario Rigoni Stern.

Venerdì 26 presentazione del libro sulla Storia dei Gruppi di San Germano e Villa del Ferro “1933 – 2013” da parte dell’autore Giuseppe Baruffato presso la corte Cantarella a Campolongo. Alla serata erano presenti i nipoti del fondatore del Gruppo, Stefano e Carla Foletto residenti a Mantova.

Sabato 27 serata corale presso la Chiesa di Villa del Ferro con la partecipazione dei cori: Umberto Masotto di Noventa Vicentina, Amici miei di Montegalda e il coro Val Liona i quali ci hanno donato uno spettacolo di grande impatto emotivo con un mirabile intreccio di melodie alpine.

Il momento più significativo della manifestazione è stato il giorno del Raduno.

Infatti domenica 28 i Gruppi ANA si sono presentati già di primo mattino in un’atmosfera di grande amicizia e cordialità. Il tempo è stato galantuomo, regalandoci anche un raggio di sole dopo giornate incerte. Alle ore 10.00 ha avuto inizio la sfilata, con il Gonfalone di San Germano dei Berici che ha aperto la sfilata per ribadire a tutti il benvenuto. Un plauso alla Banda G. Rossini di Sovizzo che ha allietato l’evento. Il corteo si è fermato nel piazzale del paese, dove è posto il Monumento, per l’Alzabandiera e l’Onore ai Caduti.

Il corteo è proseguito fino al sagrato della Chiesa dove ha avuto luogo l’inaugurazione e la benedizione del nuovo gagliardetto intitolato al fondatore del Gruppo Domenico Foletto. La figlia Miranda, giunta appositamente da Mantova con i famigliari, orgogliosa di onorare la memoria del padre, è stata la madrina del gagliardetto.

Al termine della S. Messa celebrata dal parroco Don Lorenzo e animata dai Cori Parrocchiali, il corteo si è trasferito davanti al Municipio per lo scoprimento del Monumento all’Alpino sul quale è infisso il simbolo dell’A.N.A. oltre ad una targa con incisa la frase …lo “spirito alpino” è un dono del passato che vive nel presente. L’inaugurazione di questo monumento è l’occasione per ricordare ed onorare tutti gli Alpini caduti sia in operazioni belliche, sia in missioni di cooperazione e di pace. Sono seguiti i vari discorsi di circostanza.

Ha quindi preso la parola il Capogruppo Luca Pasqualotto che ha ricordato i momenti più significativi della vita del Gruppo. Ha fatto seguito il saluto del Sindaco Alberto Zanella che ha espresso parole di elogio per gli Alpini di San Germano dei Berici per la loro disponibilità e collaborazione.

A conclusione il presidente Sezionale Luciano Cherobin ha portato il saluto della Sezione di Vicenza e ha concluso ricordando i valori e gli ideali di cui sono portatori gli Alpini.

Una giornata esaltante che ci ha gratificato e ricompensato delle difficoltà che abbiamo dovuto superare per la migliore riuscita di questo importante traguardo raggiunto dal Gruppo. L’augurio è che l’unione dei due gruppi continui per molti anni con lo stesso spirito e nel rispetto degli ideali che ci hanno lasciato i nostri “veci”.

Il pranzo alpino consumato presso lo stand allestito nel cortile parrocchiale è stato un momento importante di coesione e di allegria.

Riportiamo le parole di ringraziamento rivolte dalla figlia Miranda:

Un grazie agli ideatori di questa grande festa, che hanno voluto donare un pensiero a mio padre Domenico Foletto. Nella mia mente, spesso rivivo i giorni in cui fiero, ricordava di aver militato nel prestigioso Corpo degli Alpini. Non voleva mai mancare ad ogni appuntamento o manifestazione che venivano organizzati. Il suo orgoglio era quello di poter indossare le sue numerose e beneamate medaglie al valore, ricevute per aver donato alla cara terra italiana il suo intrepido coraggio, onorando il Corpo degli Alpini. Vi ringrazio per questa iniziativa e per il libro che avete realizzato. Auguro a tutti voi di continuare a sostenere queste manifestazioni, con la gioiosa fratellanza che vi ha sempre contraddistinti, nel nome a e ricordo dei grandi eventi storici che fecero l’Italia.

Mirco Bisognin